FOTO GALLERY VERDE GIARDINO
Verde Giardino P.Iva 01967520063
Palma da datteri

Phoenix dactylifera


Famiglia: Palme
Origini: Africa settentrionale, India

La palma da datteri è la palma più conosciuta e più elegante. La sua coltivazione risale a epoche remote. Il suo areale si estende dall'India alle Isole Canarie: è il simbolo delle oasi dell'Africa settentrionale ed è coltivata per i suoi frutti, i datteri, che vengono consumati ovunque, ma soprattutto nei Paesi arabi. La si pianta anche nelle regioni europee con clima mediterraneo per il suo valore ornamentale.

Pervinca
Immagine precedente
Immagine sucessiva
Dal punto di vista dell'evoluzione, le palme da datteri rappresentano la prima fase del passaggio dalle palme a foglie palma-te (come la palma nana, Chamaerops humilis) alle palme a foglie pennate (foglie simile a piume, come si può vedere nell'illustrazione). Il portamento della palma da datteri è elegante: il suo fusto, detto stipite (non si tratta di un tronco vero e proprio), può raggiungere un'altezza di 20 metri; alla sommità si apre un pennacchio di lunghe foglie arcuate, che possono misurare fino a6 m di lunghezza e sono molto flessi-bili, di colore verde-glauco grigiastro. La palma da datteri è una pianta dioica. Vicino a individui femminili ci devono sempre essere individui maschili per assicurare I'impollinazione. I fiori femminili formano grandi infiorescenze ramificate e sono protetti da lunghe brattee o spate. Fioriscono in primavera e i frutti maturano in autunno. I datteri sono bacche carnose e allungate, con un grosso nocciolo; inizialmente il loro colore è arancio o giallo, in seguito assumono la caratteristica colorazione bruna. Hanno sapore zuccherino. Si ritiene che i datteri migliori siano quelli che provengono dalla Turchia e dalla Tunisia, ma anche quelli del palmeto di Elche (nell'illustrazione), in Spagna, sono ottimi.
Sviluppo e cure: moltiplicazione per se-me in serra calda o per polloni nelle regioni calde: questo secondo metodo è il più rapido, perché la palma produce facilmente i polloni. La palma da datteri richiede molte innaffiature abbondanti, caldo e molto so-le. Un proverbio arabo dice che «le palme vogliono avere le radici nell'acqua e la ci-ma nel fuoco». Le palme sopportano bene i venti forti, ma non le gelate.
Malattie: la cocciniglia, che si combatte con insetticidi oleosi (ad esempio, oleoparathion).

La palma da datteri cresce bene nelle regioni bagnate dal Mediterraneo, con clima mite; nelle regioni più settentrionali
necessita di protezione durante l'inverno: per questo viene coltivata in grandi vasi come il limone. Lo si può trasferire all'aperto dalla metà di maggio alla metà di ottobre.
VERDE GIARDINO
Dal progetto alla messa in opera chiavi in mano
Professionisti del verde
Composizione realizzata dalla Verde Giardino
Miniature