FOTO GALLERY VERDE GIARDINO
Verde Giardino P.Iva 01967520063
Famiglia: Iridacee
Origine: ibrido orticolo
Il genere Gladiolus comprende circa 150 specie, ma sono ben poco conosciute, dal momento che gli amatori conoscono soprattutto i numerosi ibridi moderni con fiori di tutti i colori, che si trovano nei giardini e dai fioristi. Le specie più diffuse provengono dall'Africa meridionale; quelle che meglio si sono ambientate e che si riproducono più facilmente sono state usate per ottenere le moderne cultivar. Ricordiamo G. bizantinus, rappresentato negli affreschi di Pompei, di colore scarlatto, a fioritura estiva; può essere piantato in piena terra nelle regioni meridionali.
Gelsomino
Immagine precedente
Immagine sucessiva
Gladiolo
Gladiolus (ibridi)
G. blandus, bianco carnicino sfumato di rosa con piccole macchie marroni; G. oppositiflorus, bianco con strisce rosse; G. psittacinus, color salmone macchiato di giallo; G. nanus, di taglia molto più piccola dei gladioli a grandi fiori, a fioritura precoce; infine G. primulinus, più usato delle altre specie per le aiuole, e G. colvilleiche può raggiungere i 60 cm, con fiori rosso scarlatto o rosa, talvolta a fasce gialla. Il gladiolo nasce da un bulbo sotterraneo formato da molte foglie sovrapposte come squame. I fiori sbocciano simmetrici sul gambo grosso e slanciato. Le foglie allungate ed appuntite sono di color verde opaco.
Coltivazione: interrare i bulbi (che saranno stati conservati in torba secca durante l'inverno a 5-10°C) in un terriccio ricco di sostanza organica e ben drenato con aggiunta di sabbia odi ghiaia fine. Si piantano dalla fine di marzo
fino a metà giugno, ogni 15 giorni, per assi-curare una fioritura continua e sempre nuova da giugno fino alle prime gelate. Se si vogliono ottenere fiori recisi, piantare i bulbi a 15 cm I'unodall'altro in filedistanziate di 50 centimetri.
Interrare i bulbi alla profondità di 10 -15 cm e rincalzarli; legare le piantine a un tutore perché non cadano durante la fioritura. Come nella maggior porte delle bulbose, il volume dei fiori dipende dalla grossezza del bulbo; si scelgono dunque bulbi grossi se si vogliono avere fiori imponenti.
Se si piantano i gladioli per decorare le aiuole si associno piante con fiori dello stesso colore, lasciando 15 cm tra un bulbo e l'altro.
Esposizione: soleggiata.
Innaffiature: abbondanti, aggiungendo fertilizzante minerale in soluzione. Evitate di far asciugare il terreno in estate.

Quando, in ottobre-novembre, si estraggono i bulbi per conservarli fino alla primavera successiva, è bene disinfettarli con un prodotto misto fungicida e insetticida, affinché non marciscano. Durante la coltivazione fare trattamenti contro pidocchi, ragnetti rossi e tripidi.
VERDE GIARDINO
Dal progetto alla messa in opera chiavi in mano
Professionisti del verde
Posa cavidotto realizzato dalla Verde Giardino
Miniature