FOTO GALLERY VERDE GIARDINO
Verde Giardino P.Iva 01967520063
Famiglia: Ericacee 
origini: tutta l'Europa
II mirtillo è una pianta ben nota agli amanti delle passeggiate nei boschi. La medicina popolare ha usato le sue foglie e i suoi frutti per guarire numerose malattie: le bacche violacee (i mirtilli) sono ottime commestibili, ricche di vitamina C e molto usate per marmellate. Nell'Europa centra-le si lascia fermentare il succo delle bacche fino a ottenere il vino di mirtillo, molto popolare nelle zone di montagna. Di recente la medicina ha confermato l'utilità del mirtillo nei casi di diabete leggero; in-fatti le foglie del mirtillo contengono la mirtillina, chiamata anche "insulina vegetale",
Ciclamino
Immagine precedente
Immagine sucessiva
Mirtillo
Vaccinium myrtiilus
che possiede alcune proprietà dell'insulina e ha minori effetti collaterali.  Il mirtillo è un suffrutice molto vigoroso che si incontra nei prati e nei boschi soleggiati di montagna. I primi rami, legnosi, si estendono raso terra, i successivi, verdi, sono alti 20-50 cm. Le foglie sono picciolate, ovali e finemente dentate. I fiori spuntano all'ascella delle foglie, sono campaniformi e il loro colore va dal rosso vivo al verde giallastro.
 Le bacche sono di colore blu-nero, rotondeggianti e adorne di una piccola corona ad un polo. II mirtillo fiorisce in primavera e i frutti maturano in estate. La raccolta si effettua alla fine dell'estate, quando i frutti sono maturi. Si fanno essicare le foglie al sole e si conservano in sacchettini, al riparo dalla luce, dalla polvere e dall'umidità.
Proprietà terapeutiche: le bacche e le foglie sono un buon astringente antidiarroico, consigliato nei casi di dissenteria cronica. II mirtillo serve inoltre da disinfettante delle vie urinarie, nei casi di cistite, di prostatite ecc. La medicina ufficiale ne usa le foglie nelle cure prolungate contro il diabete perché esse riducono sensibilmente il tasso di glucosio nel sangue. Infine i pigmenti (antociani) contenuti nel frutto esercitano azione benefica sui vasi sanguigni della retina e rendono prezioso il mirtillo in oftalmologia.
Tisana e succo contro la diarrea: versare 1/2 I d'acqua su tre cucchiaiate di mirtillo. Lasciar riposare per 5-10 minuti. Bere un bicchiere di questa tisana 3-4 volte al giorno. Schiacciare le bacche e bere un bicchiere di succo non zuccherato 3-4 volte al giorno. La tisana di foglie secche tritate è usata sia nella cura della dissenteria sia nella cura del diabete.
Le proprietà antidiarroiche delle bacche del mirtillo sono state di-mostrate scientificamente in virtù del potere antimicrobico che esercitano sui batteri intestinali
patogeni.
VERDE GIARDINO
Dal progetto alla messa in opera chiavi in mano
Professionisti del verde
Messa a dimora siepe realizzata dalla Verde Giardino
Miniature