FOTO GALLERY VERDE GIARDINO
Verde Giardino P.Iva 01967520063
Famiglia: Valerianacee

Origini: bacino del Mediterraneo
Conosciuta fin dall'antichità greca e romana come diuretico e analgesico e raccomandata contro la tosse e l'asma, la vera valeriana medicinale (Valeriana officinalis) presenta virtù sedative del sistema nervoso centrale: la valeriana rossa, detta anche valeriana dei giardini o barba di Giove, viene utilizzata per sostituire la specie medicinale.
La valeriana rossa è una pianta erbacea perenne a portamento cespuglioso; i fusti sono rotondi, striati e poco ramificati; le foglie sono opposte, a margine leggermente dentellato.
Azalea
Immagine precedente
Immagine sucessiva
Valeriana rossa
Centranthus ruber
I fiori, che compaiono alla sommità del fusto, sono piccoli, asimmetrici e formano grappoli molto fitti; possono essere rossi, bianchi o rosa. Il calice, molto piccolo, si trasforma in un pennacchio quando il frutto è maturo.
 La fioritura inizia in maggio e dura per tutta l'estate. La valeriana rossa cresce negli ambienti sassosi e ruderali; viene raccolta in estate in pianura e in autunno in montagna. È necessario che la pianta sia secca e che i frutti siano già caduti. Le parti utilizzate so-no le radici e il piccolo ceppo che si forma alla base della pianta. L'azione
è antispasmodica, calmante degli stati di eccitazione nervosa e indicata contro l'insonnia, l'ipereccitabilità, le complicazioni della menopausa. La radice deve essere ben lavata sotto l'acqua corrente e sgocciolata; si utilizza allo stato fresco come decotto o infuso.
Tisana calmante per il sistema nervoso: si lascia macerare per 10-12 ore un cucchiaino di radici sminuzzate o pestate in un bicchiere di acqua fredda; filtrare con un panno, zucche-rare e assumere in ragione di due bicchieri al giorno.
Gocce contro l'insonnia: lasciar macerare per 10 giorni 25 g di radici in 100 g di alcool a 70 gradi. Prende-re 10 gocce in una tisana calda e zuccherata ogni sera prima di andare a dormire.
La valeriana rossa può anche essere usata in cucina. Le foglie, di sapore amaro, si aggiungono alle insalate oppure ai misti di verdure cotte, mentre la radice è usata nelle minestre. 
VERDE GIARDINO
Dal progetto alla messa in opera chiavi in mano
Professionisti del verde
L'endoterapia si basa sul principio per cui, introducendo una sostanza caratterizzata da proprietà sistemiche direttamente nel tronco questa, attraverso il sistema vascolare della pianta, si ridistribuisce nella chioma.
In ambiente urbano i trattamenti endoterapici possono rappresentare una soluzione per il controllo di alcuni parassiti (per es. Corythucha ciliata, Cameraria ohridella).
Miniature